MagicoVeneto


29.08.2013  ~  categoria : paesaggio : protezione della natura : varie, archivio

Solidarietà a don Albino Bizzotto

MagicoVeneto esprime solidarietà all’iniziativa di don Albino Bizzotto, presidente associazione “Beati i Costruttori di Pace”, per la protesta con sciopero della fame contro l’abuso e la distruzione del territorio, in particolare contro i “project financing” e la realizzazione delle autostrade Pedemontana Veneta e Valsugana, la costruzione di Veneto City e i faraonici lavori del Mose.

10.04.2013  ~  categoria : luoghi da salvare : paesaggio : varie, archivio

Ancora capannoni

Che male allo stomaco sentire che nella campagna di Asolo si vogliono costruire nuovi capannoni e aree residenziali.
Che disfatta se anche nei giornali stranieri, per quanto è famosa Asolo nel mondo, si parli e scriva.
Girando per strade e paesi si vedono ormai moltissimi capannoni e negozi chiusi. E’ la crisi bellezza…
E perché mai allora si sentono ancora discorsi e proposte di nuove aree industriali?
Per far girare l’economia e rimettere in moto gli investimenti? …come il cane che si morde la coda!
Possibile che non ci siano altri metodi o, meglio, modelli di economia e di vita?
La nostra forza era nella piccola agricoltura e piccolo commercio (il mercato… franco), nell’artigianato e nella piccola industria. L’abbiamo distrutta sotterrandola sotto la burocrazia, l’inettitudine e l’ingordigia di burocrati, ladroni, furboni, faccendieri e politici!
Non serve costruire nuovi capannoni.
Serve ricostruire quel tessuto sociale fatto soprattutto di ’scuola di bottega’, buon senso, bravura fatica e lavoro, intelligenza ed esperienza.
Fino a pochi decenni fa questo era il nostro ‘petrolio’, materia prima coltivata nel corso di millenni.
Spezzata questa catena tra passato e futuro non avremo più speranza.

03.04.2013  ~  categoria : luoghi da salvare : paesaggio : protezione della natura : varie, archivio

Crolla la Rocca

Monselice, primo di aprile 2013… piove gov…
Stiamo parlando della famosa Rocca di Monselice in cima alla quale svetta la torre di Federico II edificata nel 1239, attorniata dai resti di quelle che furono le cinta murarie edificate in varie epoche.
Luogo frequentato fin dalla preistoria, sede della sculdascia Longobarda, piazzaforte Carrarese, santuario e villa rinascimentale.
Un vero scrigno di storia insomma. Una ‘risorsa turistica’ da valorizzare.

Ma più che altro una miniera…
Un secolo di scavi e cave tutt’attorno alla base del colle e per concludere la genialata dell’ultimo lustro…
un ascensore interno alla montagna, per far salire i turisti sul mastio.
Ve lo immaginate lo scavo di una galleria larga 30 metri e di un pozzo d’ascensore all’interno di un colle alto neanche 150 metri e largo circa 200 metri. Per fortuna che la cosa è stata bloccata.
Ma i danni ormai sono fatti, addio turisti, ma in compenso tanti soldi spesi.

Ed ora basta qualche giorno di pioggia primaverile che tutto crolla…
E con queste premesse cosa ci si può aspettare se non questo sfascio?
Valorizzazione turistica significa devastare il territorio?
In compenso ora dovremo spendere ancora, e tanti soldi, per ‘mettere in sicurezza’ il territorio!
Impareremo mai che il miglior investimento è rispettare il territorio e la natura, custodire con amore il Creato, senza scopi lucro?

Vedi www.magicoveneto.it/Padovano/Monselice/index.htm




guida al sito
login  |  guida al sito  |  home page - news  |  back  |  top  |
© copyright 2010/15  ~  MVBlog  |  by MagicoAlvis for MagicoVeneto  |  e-mail ~ info@magicoveneto.org